Cari ragazzi di Free Fashion,

Principalmente ringraziamo la vostra collaborazione in questo progetto Erasmus.
Son stati 6 mesi molto intensi pieni di emozioni, esperienze e formazione al vostro fianco.
Con questa lettera, noi desideriamo spiegarvi un po come abbiamo trascorso questi 6 mesi a Genova.
All’inizio, quando arrivammo qui, iniziammo ad esser un po ansiose, tristi, perché eravamo in un altro paese, con lingua differente al nostro, e comunque a quasi 2000 km di distanza dalle nostre famiglie e amici.
Arrivammo 3 giorni prima di iniziare a lavorare. Volevamo cercare un alloggio e organizzarci. e tutto questo in soli 3 giorni.
Ci riuscimmo, e una volta che facemmo tutto ciò, arrivammo in negozio.
Arriviamo alla porta ed entriamo timidamente. Ci avvicino un ragazzo correndo e parlando cosi velocemente, che non capimmo nulla.
Non sapevamo ne parlare ne capire l’italiano.
In quel momento il ragazzo, sparisce ed arriva un uomo e una donna, Andrea e Patrizia.
Si presentarono, erano i titolari del salone ed i nostri futuri tutori.
Li seguimmo, ed iniziammo a conoscere i nostri colleghi: Luca, tania, Anna, Titi, Franci, Robby, Micky, Marina e il ragazzo che venne correndo ad accoglierci, Stefano!
Tutti ci osservavano con curiosità ed entusiasmo, e li, iniziò la nostra nuova avventura. La nostra avventura in Free Fashion.
Nell’ambito lavorativo, iniziammo poco a poco, aiutando nelle cose più semplici, e man mano dopo, più complesse.
Ci occupavamo della pulizia e di rimettere in ordine il negozio e gli attrezzi da lavoro, asciugature, applicazione di colori, collaboravamo, aiutando nei lavori tecnici, e imparammo a fare le unghie con gel e smalto semipermanente.
Nell’ambito personale, siamo sempre state accolte bene dai nostri colleghi, e abbiamo trascorso molte ore insieme.
In verità, tutti si sono comportati molto bene con noi.
Ci appoggiarono quando eravamo tristi e ci accompagnarono nei momenti di felicità.
Ci aiutarono a costruire un rapporto di fiducia.
Mesi più tardi, entrarono a far parte della squadra di Free Fashion anche Jessica e Stefano, altri 2 grandi persone.
Anche loro due, importanti come il resto della squadra.
Ci teniamo a dirvi che questa nostra esperienza qui, è stata unica, intensa e meravigliosa.
Questa esperienza ci ha fatto maturare,ci ha insegnato a  dare valore alle cose che abbiamo, e ci ha dato molta voglia di perseguire le cose che ci piacciono, perché, senza sforzi o sacrifici non si ottengono ricompense.
Ragazzi, vi ringraziamo davvero moltissimo per tutto, speriamo che la vita sorrida a tutti noi.
Siete molto speciali, e  occuperete per sempre un posto molto speciale nei nostri cuori.
Ci mancate tanto, grazie per tutto, e speriamo di rivederci presto.
Un bacio grandissimo da queste due spagnole alle quali tanto mancate.
Alba e Liliana.
Questa lettera è una testimonianza di quanto sia importante aprire nuovi orizzonti e condividere il nostro sapere ,  perché è grazie alla condivisione che possiamo crescere anche da chi ha meno esperienza di noi sia professionale che personale.
Fare esperienza vuol dire andare oltre i propri limiti mentali e territoriali.
Un ringraziamento speciale va rivolto alla burocrazia  Spagnola che ha permesso questo scambio culturale e a Revlon professional che ci ha guidato in questa esperienza.
Free fashion .